Be organic.

Ebbene sì, la mia concezione spazio-temporale è ancora in crisi post laurea (e per questo chiedo venia), ma giorno più, giorno meno, eccoci di nuovo qui, pulizie di primavera fatte e pronti operativi! Le ultime settimane (se non mesi) son state deliranti, ricordi annebbiati e tanto sonno ancora da recuperare, ma fortunatamente insieme al relax sta tornando pure l’ironia.. e per quella non c’è crisi che regga!

E qui, veniamo a noi: ieri sera, dopo un’ubriacatura di sushi, commentavamo con degli amici riguardo all’intimo femminile..
Perchè scusate, una va a fare shopping e quello che trova sono questi reggiseni tutti super push-up-squeeze-exaggerate che ti strizzano il petto, te lo fanno esplodere in fuori e ti creano una sorta di tavolino poggia bicchiere “naturale” (che se vai a bacari, per carità, può sempre tornare utile..), che ti sparano il seno sotto il viso creandoti un sottomento gigante che ti fa anche da sciarpa… cross-functional?! Può darsi sì, e chi nega il contrario.. ma suvvia ragazze mie! Non dico di mettere perennemente il reggiseno sportivo che riduce ogni protuberanza a tavola da surf, ma adottare sempre e comunque, indifferentemente per ogni situazione, la modalità balcone fiorito… beh, io due conticini me li farei!
Anche perchè, è un po’ come il ragazzo che vedete in discoteca, con quelle luci tutte un po’ cloudy/psichedeliche in cui tutti sembrano lo spot vivente della Mentadent.. avete inquadrato la situazione? Bene, dicevamo dunque, è un po’ come quel ragazzo che si avvicina a voi con fare ammiccante, complici le luci così infide che appena si spengono…taaac! Altro che Cenerentola e la fine della favola allo scoccare della mezzanotte, altro che Ursula nei panni della Sirenetta: è l’unione delle tragedie greche, tutte insieme, a raffica, bam-bam-bam (come sono onomatopeica oggi..), che non sapete se sperare di tornare indietro nel tempo e rimanere ignare della realtà, crudele, o sperare di essere in un incubo dal quale vi sveglierete quanto prima.
Ecco, diciamo che i canottini spugnosi all’interno del vostro bra, che creano praticamente un secondo seno, un salvagente di emergenza, un aerostato in procinto di lasciar terra, sono un po’ la stessa cosa delle luci truffaldine per l’incauto maschietto che si è lasciato abbindolare dalla vostra spasmodica sporgenza. E se vi spingete fino alla seconda base (dopo enne appuntamenti, sia chiaro), non è che potete lamentarvi se il manzotin della situazione ci rimane un po’ male e si risente del vostro bluff. Di sicuro rimarrà colpito dalla vostra abilità da costumiste mancate, ma fatevene una ragione se non era esattamente quella la “dote” per cui aveva svalvolato!
In conclusione, non dico di non rimpolpare un po’ le proprie qualità, sia mai, che diventa un po’ come ingigantire alcune capacità nel curriculum vitae, ma state bene attente a quando il troppo, storpia: una coppa gelato mille gusti e panna montata, se in realtà è una coppetta formato baby non sazierà di certo il palato goloso…

Dimmi che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...