Be profumiera.

C’era una volta il principe che con un bacio appassionato risvegliava la fanciulla dal sonno profondo in cui era caduta. Una volta, infatti… perché oggi ora che Lui ti prenda fra le sue braccia e ti baci, ce ne vuole!
Motivo? Forse perché l’offerta è ampia e variegata e l’ormone maschile, da tempo immemore in sella ad una motocicletta, vai che ti vai si ferma a “far rifornimento” all’oasi più vicina se non addirittura in quella più economica…
Perché in tempi di crisi, si sa, si tende a risparmiare un po’ su tutto: dalla brioche al bar alle energie per corteggiare la donnina di turno. E da qui è un passo alla carenza di fauna maschile, quasi seguisse le orme degli amici orsetti e se ne andasse in letargo in attesa di tempi migliori (e meno vestiti indosso).
La soluzione per ritardare il letargo, l’addormentamento naturale dei manzi nostrani sta nel profumare per bene l’ambiente in cui si trovano, e non parlo di deodoranti o chissà che (e niente puzzette, please), inebriarli della vostra fragranza così da tenerli svegli e all’erta, attirati dal richiamo della furesta, dall’aroma di miele appena prodotto. La pozione segreta non è la “numero 9” (come quella di un famoso film) bensì il profumo naturale emanato dal nostro corpo, da atteggiamenti recepiti dal maschietto come accattivanti e provocanti.
Sì ragazze, siate profumiere! E non sto dicendo di far credere chissà che cosa (quello non sarebbe carino e potrebbe rivoltarsi contro di voi), semplicemente di ingraziarvi la popolazione maschile comportandovi in maniera un po’ più sciolta… di fare un po’ le ruffiane, le gattine (non morte) pure voi!
Basta vedersi soffiare il ragazzo che ci piace da sotto il naso perché la prima squinzia che passa gli fa gli occhietti da cerbiatta e gliela fa annusare (scusate il francesismo) mentre voi son mesi che ci lavorate, che innaffiate il suo orticello, prendendola lenta sperando prima o poi di ingranare una marcia più alta, e perché no, andare in corsia di sorpasso addirittura!
Attenzione però, perché per profumare (notare bene la differenza con “far annusare”) l’ambiente in maniera produttiva ed efficace bisogna stare attenti alle dosi erogate, onde evitare intossicazioni o pruriti fastidiosi!
Ogni tanto un po’ di “sciocchineria”, di frivolezza, fa bene… l’importante è non farsi prendere la mano e passare per quello che non si è (con spiacevoli conseguenze)! Scorrete in avanti il calendario e anticipate la primavera: siate sciolte negli atteggiamenti, basta pare mentali e blocchi strani, ridete, abbracciate, provocate (nei limiti del buon gusto, ovvio), giocate, divertitevi… insomma, lanciate sul “mercato” la vostra fragranza🙂

Dimmi che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...